C'è Spazio | C’è Spazio terza stagione – Sesta puntata
802
page-template-default,page,page-id-802,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,boxed,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

C’è Spazio terza stagione – Sesta puntata

Sesto appuntamento con C’è Spazio. Per l’occasione il programma di divulgazione scientifica di Tv2000 non si inoltrerà alla ricerca dei cieli della Divina Commedia ma dedicherà un’intera puntata al luogo di partenza del viaggio dantesco, e cioè la Terra. Saranno quindi i fattori che hanno reso il nostro pianeta adatto a ospitare la vita, come il rapporto con il sole, l’evoluzione geologica, lo sviluppo di una particolare atmosfera e la presenza di acqua, e le somiglianze con gli altri pianeti del sistema solare i temi che verranno approfonditi in studio da Letizia Davoli e dai suoi ospiti: Tommaso Parrinello, responsabile della missione Cryosat dell’Agenzia Spaziale Europea, Guido Guidi, Tenente Colonnello e meteorologo dell’Aeronautica Militare, Ester Antonucci, docente di fisica solare presso l’Università di Torino e Barbara Cavalazzi, geobiologa e astrobiologa dell’Università di Bologna.

Tommaso Parrinello 

Nato in Gran Bretagna e cresciuto ad Agrigento, ha conseguito la laurea in Fisica presso l’università di Pavia e un Dottorato in Telerilevamento presso l’università di Dundee, nel Regno Unito. Nel 1992 entra all’ESA con una borsa di studio come esperto di detriti spaziali. Nel 2007 arriva nel Direttorato dell’osservazione della Terra, dove nel 2008 assume la posizione di Mission Manager di CryoSat.

Esther_Antonuci

Ester Antonucci

Professoressa di Fisica Solare all’Università di Torino, è stata direttrice dell’Osservatorio Astronomico di Torino.

Guido Guidi

Tenente colonnello dell’Aeronautica Militare e meteorologo del Servizio Meteorologico dell’aeronautica Militare.

Barbara Cavalazzi

Laureata in Scienze Geologiche presso l’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara, consegue il Dottorato di ricerca in Paleontologia presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. ricercatrice presso l’Università di Bologna.