C'è Spazio | Velocità curvatura
203
post-template-default,single,single-post,postid-203,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,boxed,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

Velocità curvatura

Puntata del 16 marzo 2017

Quali sono le distanze che ci separano da nuovi e possibili mondi abitabili al di fuori del sistema solare? Riusciremo mai a sviluppare sistemi di trasporto, come quelli immaginati dalla serie cult di fantascienza Star trek – che ci guiderà per tutte le puntate -, in grado coprire tali distanze? In questa prima puntata di C’è Spazio, (che abbiamo chiamato #cespazioTNG – The next generation – dopo la prima serie, #cespazioTOS – The Original Series), parleremo di velocità curatura e di velocità della luce, di sistemi di propulsione e di lancio – passando dall’Europeo Vega fino ad arrivare all’ambizioso Space X di Elon Musk – delle odierne missioni spaziali, cercando di comprendere quale sarà il futuro dell’esplorazione dell’universo. Un viaggio dalla fantascienza alla scienza, senza perdere di vista i limiti imposti dalle leggi della fisica.
Con noi in studio Roberto Battiston, presidente dall’Agenzia Spaziale Italiana, capace di presentare al pubblico di C’è Spazio un satellite nella sua interezza – vedere per credere -, Umberto Guidoni, astronauta e fisico, Stefano Bianchi Responsabile Sviluppo Sistemi Trasporto Spaziale ESA, e Franco Bernelli, del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Aerospaziali del Politecnico di Milano.
E come sempre in studio il nostro youtuber Adrian Fartade.